Il paziente anziano è un paziente con un equilibrio delicato.

Ogni paziente può andare incontro ad un processo di invecchiamento di successo con buone condizioni di salute fisica e mentale, relazioni ed interessi sani, oppure può andare incontro ad un processo di invecchiamento non di successo. Quest’ultimo è associato all’inflammaging, un processo infiammatorio cronico, sterile e subclinico che può portare a disorientamento spaziale, alterazione delle interazioni (famiglia, altri animali, ambiente), alterazione del ciclo sonno-veglia, defecazione inappropriata, ansia, sintomi riferibili a fobie, stato ansioso intermittente.

Intervenire quando iniziano i primi segni di invecchiamento cerebrale, aiuta a rallentare il processo di inflammaging e a portare ad un invecchiamento di qualità. Si può aiutare il nostro compagno peloso con percorsi di riabilitazione cognitiva e motoria ma anche con prodotti come feromoni di appagamento canino, mangimi complementari appositi, integratori per il cane anziano, oli essenziali, eccetera. Chiedi consiglio al tuo veterinario che ti aiuterà a fornire il giusto supporto al tuo amico anziano.

Condividi